domenica 5 agosto 2012

LE SOSIA STRANIERE DELLA VERDONA

Nelle prime due foto dell' articolo vediamo una Zhigulì 21_01, clone sovietico della nostra beniamina. Minime le modifiche esterne (rostri paraurti e maniglie delle porte); già nelle prossime due viste vediamo nella Seat Pamplona cambiamenti più sostanziali: i gruppi ottici, le maniglie delle porte e griglie di sfogo dell' aria alla base dei montanti del lunotto (oltre i paraurti e le ruote).


A più miti consigli si vota la Tofas Murat di costruzione turca: lì la nostra beniamina è stata oggetto del minimo numero di modifiche in assoluto (rostri paraurti e fanali posteriori); benché per esattezza bisogna aggiungere che gli esemplari circolanti oggi siano una "macedonia" di tutte le nostre versioni! Infine la Premier indiana, una Seat malamente modificata e con la guida a destra.


Cambiano i nomi e pochi particolari di dettaglio, ma oltre il colore, queste auto hanno in comune la cosa più importante: sono 124, con tutti i loro pregi e la loro versatilità.











Nessun commento:

Posta un commento

hanno espresso il loro parere